Polis Sport Code

IL GIOCATORE DELLA POLIS

  1. educato e rispettoso delle regole societarie
  2. saper fare autocritica
  3. comprendere i momenti di difficoltà propri e dei suoi compagni
  4. saper assumersi le proprie responsabilità dentro e fuori dal campo
  5. mettersi a disposizione del Mister e dei compagni di squadra
  6. essere consapevole di quello che fa
  7. conoscere le proprie qualità e i propri difetti

REGOLE DI COMPORTAMENTO

 ALLENAMENTO

  • Arrivare puntuali e salutare (Batti cinque)
  • Vestirsi correttamente con il materiale societario
  • Lo spogliatoio è luogo sacro dove far crescere amicizie ed empatia con i compagni
  • In campo come in spogliatoio bisogna avere un atteggiamento ed un linguaggio adeguato
  • In caso di assenza bisogna avvisare preventivamente
  • Ogni allenamento che perdi è un’occasione mancata per migliorarti
  • I palloni e il materiale utilizzato vanno rispettati e preservati con cura, oltre che riposti correttamente a fine allenamento (questo per poter permettere anche agli altri di poter lavorare serenamente)
  • Aiuta i compagni in difficoltà non penalizzarli, ricordando che in quella situazione prima o poi potresti trovarti tu
  • Le scarpe devono essere sempre adeguate al terreno di gioco, pulite e non solo alla moda

PARTITA

  • Rispetto degli orari di convocazione
  • Presentarsi sempre in divisa di rappresentanza e con in borsa il resto del materiale per un corretto svolgimento sul campo
  • Le proteste in campo non sono ammesse nè con l’arbitro nè tantomeno con gli avversari
  • Raccogli e sistema correttamente le divise da gara prima e dopo la prestazione

LE REGOLE DEL “VERO” GIOCATORE

  1. Distinguiti per quello che sei e per quello che sai fare in campo con atteggiamenti e comportamenti positivi che possano sempre essere d’esempio per te, i tuoi compagni e chi ti guarda da fuori
  2. LA SCUOLA è importantissima guai trascurarla, cerca di avere sempre un rendimento scolastico dignitoso. Un cervello sveglio ed allenato funziona meglio in campo.
  3. SOCIETA’ e DIRIGENTI sono le basi su cui viene fondata una società e senza di loro non ci sarebbe ragione sociale sportiva. (Educazione e massimo rispetto delle persone che formano la società, delle strutture e del materiale che viene messo a disposizione per la tua crescita)
  4. IL GRUPPO se forte non teme niente e nessuno. Tutti hanno il dovere di contribuire alla creazione di un ottimo “SPOGLIATOIO” senza aspettare che siano per primi gli altri a muoversi. Bisogna prima DARE se si vuole RICEVERE
  5. IL MISTER è la guida del gruppo, è colui che ha la responsabilità di guidare la squadra, rispetta sempre le sue scelte e segui con fiducia le sue indicazioni 
  6. CULTURA dell’ ALLENAMENTO. Abituati a dare sempre il meglio di te stesso ad ogni allenamento e cerca di essere sempre consapevole di cosa stai facendo: COSTANZA, APPLICAZIONE, ATTENZIONE, UMILTA’ sono le basi su cui costruire le tue gratificazioni
  7. ALIMENTAZIONE e tutela della SALUTE. I tempi di riposo sono fondamentali per poi migliorare le proprie prestazioni, limita bevande gasate, fritti e dolci.
  8. LA PARTITA è il momento più bello per un calciatore, vivila sempre positivamente cercando di avere sempre un buon approccio iniziale. La gara è un confronto non solo fisico con l’avversario ma anche di personalità e intelligenza. Mettiti a disposizione dei tuoi compagni e prendi l’iniziativa, sii determinato e cerca di portare a buon fine ogni tua scelta di gioco.
  9. IL RISULTATO va sempre accettato anche se non è favorevole. Mantieni un atteggiamento DIGNITOSO ed EQUILIBRATO sia nella vittoria che nella sconfitta ed in entrambi i casi valuta la tua PRESTAZIONE.
  10. L’ARBITRO è un essere umano e come tutti può sbagliare, l’importante è accettare e rispettare le sue scelte anche se non le condividi.
  11. L’AVVERSARIO non è un nemico pertanto evita cattiveria e violenza gratuita nelle azioni di gioco e nei comportamenti.
  12. I GENITORI sono fondamentali nella tua crescita, fatti aiutare da loro quando sei in difficoltà, ma EVITA di entrare in questioni tecniche, quelle le devi trattare solo con il tuo allenatore.
  13. RESPONSABILITÀ Assumi le tue responsabilità senza scaricarle sugli altri
Torna in alto